RICCARDO PRAVETTONI  nasce il 21-05-1997, un bimbo bellissimo con sorrisi infiniti, rinchiusi a tre anni nella gabbia dell'AUTISMO, spenti infine dal dolore dell'isolamento.
Eppure una luce nei suoi occhi, divenuti sfuggenti e distaccati, si accendeva: celato dietro una macchina fotografica cercava di rubare un ricordo.
Il suo sguardo bizzarro e curioso, che lo ha accompagnato lungo il suo difficile percorso di vita,osserva il mondo da un'interiore e profonda prospettiva, e lo racconta con la purezza e l'ingenuità dell'Autismo.
Lungo il suo cammino Riccardo ha trovato nella fotografia una forma di espressione diretta, immediata, emozionale.
Grazie alla sua intraprendenza ed al suo coraggio, ha frequentato regolarmente le scuole primarie e Itsos Albe Steiner; ora è studente presso l'Istituto  Italiano di Fotografia.

STATEMENT 2019
Grazie alla sua naturale predisposizione ha maturato l'esigenza di scrivere fotograficamente racconti di vita.
Lo scorrere del tempo inteso come momenti di vita vissuta sono impressi dalla sua macchina con una sequenza logica temporale, affidandosi ad uno stile che modifica ogni volta per meglio esaltare la peculiarità di quel momento.
Convegni, manifestazioni, eventi sportivi, fotografia documentaria, sono i temi che più impersonano il suo racconto.
La denuncia sociale, intesa come lo scopo per raggiungere un miglioramento di ogni condizione, è il motore che alimenta la sua personale ricerca e creatività.

Attilio Fontana - Presidente Regione Lombardia, Lucio Moderato- Cavaliere e Direttore, servizi diurni Sacra Famiglia OnlusRicky Pravettoni - fotografo